E Gesù disse loro: «Ben profetizzò Isaia di voi, ipocriti, com’è scritto:
“Questo popolo mi onora con le labbra,
ma il loro cuore è lontano da me.

Cari amici,
E’ appena successa una cosa curiosa. Un nostro amico ha abbandonato il gruppo per aver visto una immagine con qualche lettera capovolta. Lo ha ritenuto offensivo per la lingua. Ragioniamoci un po’ su. Ho mancato di rispetto proponendo una immagine capovolta? Certo. Ma se il fulcro del mio discorso fosse stato proprio quello? Il problema che pone il Maestro è proprio quello lì. Ho causato offesa, sdegno riprovazione per una lettera capovolta, senza neanche che mi si potesse chiedere ragione del mio comportamento. Sono stato giudicato, condannato e allontanato sulla base di un senso di una lettera. Ci si è fermati alla superficie. Cosa ne è delle ragioni di una simile scelta? Non interessa, l’ansia di giudicare, di dire, di protestare ha prevalso su quella di ascoltare. Perchè lo ho fatto? A qualcuno interessa?

Vi copio qui parte del sermone che stavo scrivendo
… pensate a quell’immagine, è la lingua di Dio, ed è capovolta, ve ne eravate accorti? Capovolgere la lingua divina… penso che sarei stato lapidato per una cosa simile non tanto tempo fa, avrei suscitato sdegno, dissenso offesa, avrei trovato stuoli di censori pronti a condannarmi per un simile affronto intollerabile. Tutti buoni quando si tratta di una questione di labbra. Ma che ne è del cuore? La prima offesa alla parola di Dio non è legata all’orientamento di una immagine, ma a un sentimento del cuore. Come mai siamo tanto pronti a provare sdegno di fronte a una lettera capovolta, ma lo stesso sdegno non lo proviamo per la gente che muore di fame, per i migranti sui barconi? Siamo pronti a riconoscere Dio sulla carta, a vedere l’insensatezza di una immagine capovolta, ma non riusciamo a vederlo nella vita, non riusciamo a sentire la stessa offesa verso Dio in un evento quotidiano… Sarebbe molto bello se ciò avvenisse, ne sarei davvero lieto

Ma ci sono anche altri due aspetti. E allora? Poniamo anche che io senta questo zelo verso il Divino, come lo dimostro? Lapidando i trasgressori? Spargendo odio verso il prossimo? Può l’amore di Dio essere fonte di odio? La storia ci insegna di sì, ma è quello vero amore?

c’è un ultimo punto: qual è il concetto primo della dottrina del Maestro? La μετάνοια metanoia, capovolgimento, il cambio di mentalità. La predicazione del Maestro nasce proprio dall’idea che la lettera sia capovolta e che necessiti una conversione…
Per cui vi chiedo di fare per me un giochino. Nei prossimi giorni se ve la sentite… dovrete fare due cose per me…
andate da una persona indigente che conoscete, un anziano solo, un amico in difficoltà e fate una buona azione, un ascolto, un pasto, una carezza, un abbraccio
Dopo e solo dopo andate sui social e pubblicate quell’immagine per il verso giusto
Se faceste questo piccolo giochino tutti i giorni, e se convinceste i vostri amici a farlo anche loro, postando e ripostando la lettera per il verso giusto… allora avremmo contribuito a rendere il mondo un posto migliore

Chiedo comunque scusa all’amico che ci ha lasciato per questa mia idea offensiva, ho provato anche a scusarmi personalmente e a spiegarmi ma non me ne è stata data la possibilità, sono stato bandito e bloccato. Se mai un giorno volessi perdonarmi ti prometto di imparare la lezione

Chiedo scusa al Principale per aver pensato che lo sdegno per la sua lettera capovolta potesse essere una buona idea per parlare dello sdegno per un mondo capovolto. Chiedo scusa a tutti voi se per questa mia terribile idea avrete una qualunque forma di disagio
Sono un pessimo ministro… forse è vero… ma a mia discolpa voglio solo assicurarvi che 9 anni fa, avvisai chi di dovere di non essere per nulla adatto.. ma non ne vollero sapere

Secondo voi troverò 10 di voi disposti a pubblicare quell’immagine per il verso giusto (il che significa che avete pensato a questo discorso e avrete fatto una buona azione? Non lo so… 10 sono tanti… Vediamo se il Principale mi ha perdonato

Scusatemi ancora tutti
Rob

Annunci