L’Equinozio d’Autunno rappresenta il momento in cui incomincia la caduta del sole, ed è un momento di riflessione in preparazione alla lunga notte invernale, ma è anche un momento di ringraziamento per i molti frutti che la terra ha saputo dare.

E’ soprattutto in questa chiave che viene visto dalla tradizione unitariana: Il giorno del Ringraziamento unitariano si festeggia infatti la prima domenica dopo l’equinozio (che è sempre l’ultima di settembre, esso trae le proprie origini dalla tradizione
giudaico-cristiana come festa delle Capanne o Tabernacoli che si celebra sia in ringraziamento dei benefici ottenuti dalla vendemmia, sia in ricordo dei 40 anni passati nel deserto visto che ci si prepara ad entrare in un nuovo metaforico deserto invernale. Ce ne da testimonianza il la Torah:

Eso 23:16 Osserverai la festa della Mietitura, con le primizie del tuo lavoro, con quello che avrai seminato nei campi e la festa della Raccolta, alla fine dell’anno, quando avrai raccolto dai campi i frutti del tuo lavoro.

E tale festa è stata anche osservata dallo stesso Gesù

Gv 7:2 Or la festa dei Giudei, detta delle Capanne, era vicina.[…]10 quando
i suoi fratelli furono saliti alla festa, allora vi salì anche lui14 Verso la metà della festa, Gesù salì al Tempio.

All’Equinozio d’autunno risale anche, secondo la Tradizione anche
l’annunciazione del Battista

Mentre Zaccaria esercitava il sacerdozio davanti a Dio nell’ordine del suo
turno, Lc1:9 secondo la consuetudine del sacerdozio, gli toccò in sorte di
entrare nel tempio del Signore per offrirvi il profumo;10 e tutta la
moltitudine del popolo stava fuori in preghiera nell’ora del profumo.11 E gli apparve un angelo del Signore, in piedi alla destra dell’altare dei profumi.12 Zaccaria
lo vide e fu turbato e preso da spavento.13 Ma l’angelo gli disse: «Non temere, Zaccaria, perché la tua preghiera è stata esaudita; tua moglie Elisabetta ti partorirà un figlio, e gli porrai nome Giovanni.14 Tu ne avrai gioia ed esultanza, e molti si rallegreranno per la sua nascita.

Per ebrei e cristiani è tradizione recitare questa notte i 6 salmi della
“Piccola Lode” [113-118]
SE’ nell’equinozio che che dovrebbe trarre conseguentemente le sue origini la festa statunitense del Giorno del Ringraziamento:
Infatti uno dei miti racconta che la Festa del Ringraziamento fu celebrata per la prima volta alla fine di settembre del 1622 da dei pellegrini cristiani, giunti in America il dicembre precedente come ringraziamento per i frutti che la terra aveva dato. La prima volta che i pellegrini celebrarono la festa in America lo fecero a Settembre in assoluto ossequio alla tradizione equinoziale e biblica.

Annunci